Sei interessato alle ultime novità nel campo dell’Immunoterapia del Cancro in campo Umano e Veterinario?
Segui i nostri Magazine

 
 
 

rabbits myxoma

Una corsa agli armamenti durata 70 anni viene considerata oggi "una dei più grandi esperimenti naturali sull’evoluzione". I due antagonisti sono il coniglio e il virus del mixoma, che è stato intenzionalmente rilasciato dall’uomo in Australia ed Europa negli anni '50, con lo scopo di controllare le popolazioni selvatiche di coniglio europeo. I ricercatori dell'Università di Cambridge hanno studiato i meccanismi genetici che hanno permesso ai conigli di rispondere per le rime al virus... che, nel frattempo, non è certo rimasto a guardare!

Tags: coniglio mixomatosi

Continua a leggere

genome editing car t

Credit immagine: Chris Hammang

Le tecniche di editing genomico hanno raggiunto un grado di precisione senza precedenti: è tempo di pensare alle applicazioni. La terapia con i CAR-T si è rivelata efficace contro alcuni tipi di cancro, ma c'è ampio margine di miglioramento. È questo il banco di prova ottimale per la tecnologia Crispr-Cas9, uno dei migliori strumenti per la manipolazione genetica.

Tags: Editing genomico

Continua a leggere

tortoises

Nel 2012, la specie di tartarughe giganti Chelonoidis abingdonii, un simbolo delle Isole Galapagos, si sono estinte. L’ultimo individuo, Lonesome George, è morto all'età di 100 anni. Dal nostro punto di vista, un secolo è parecchio tempo, ma si può dire che George fosse ancora nel fiore degli anni: la sua specie può vivere fino a 200 anni! Quale è il trucco? L'analisi del DNA di Lonesome George e di un'altra specie di tartarughe giganti (Aldabrachelys gigantea) ha messo in luce le caratteristiche di questi animali, tra cui la loro resistenza al cancro e all'invecchiamento.

Tags: cancro invecchiamento tartarughe giganti

Continua a leggere

dna origami

Con origami si intende l'arte di piegare la carta per ottenere forme di straordinaria complessità e bellezza. Ma esiste anche un tipo di origami così piccoli da non poter essere visti a occhio nudo: ovviamente, non sono fatti di carta. Nel mondo molecolare, si chiamano “origami” le complesse nano-strutture composte da molecole di DNA. I ricercatori dell'Istituto Karolinska in Svezia hanno combinato l’immunoterapia con queste meraviglie della nanotecnologia per realizzare dei vaccini basati su particelle.

Tags: Origami di DNA nanotecnologie

Continua a leggere

capybaras

Nella ricerca contro il cancro, un aiuto ci viene dalle grandi dimensioni. Il capibara è un roditore “gigante”, il più grande al mondo, con una massa pari a 60 volte quella del parente più vicino. Niente paura, non vi capiterà di incontrarlo per caso, a meno che non viviate in Sud America. E comunque, sarebbe con ogni probabilità un incontro piacevole. Sono animali docili e amichevoli: non è raro sorprenderli in compagnia di altre creature, che spesso ne approfittano anche per…” chiedere un passaggio”, come nella foto. Oltre a essere gli inconsapevoli protagonisti di scatti divertenti, i capibara hanno anche evoluto una strategia unica per difendersi dal cancro…usando il sistema immunitario!

Tags: sistema immunitario “super” capibara

Continua a leggere

edible vaccines1

Dal 1987, la rabbia, malattia virale a carico del sistema nervoso, è stata combattuta distribuendo nelle regioni a rischio oltre 250 milioni di esche contenenti un vaccino…commestibile! Ed è stato un successo: abbiamo assistito a una riduzione del 75% della malattia negli animali selvatici, senza nessun effetto collaterale. Nel 2017, i ricercatori dell'Università di Cambridge, prendendo ispirazione proprio da questo caso, hanno realizzato un vaccino simile per combattere l'ebola nelle scimmie selvatiche: ancora sotto sperimentazione, ha prodotto finora buoni risultati. Ma la ricerca sui vaccini commestibili interessa anche la salute del bestiame negli allevamenti e persino degli esseri umani.

Tags: Vaccini commestibili

Continua a leggere

tumor on chip

La biologia è complessa, ma possiamo renderla più “semplice” usando dei modelli. Ad esempio, possiamo testare farmaci antitumorali su colture cellulari e ottenere risultati parzialmente affidabili. Ma un vero tumore è molto diverso: assomiglia a un "ecosistema", in cui più popolazioni cellulari coesistono e interagiscono tra di loro. In un articolo pubblicato su Cell, gli scienziati sono riusciti a riprodurre quella complessità... su un chip! Non solo hanno ricostruito l’architettura in tre dimensioni del microambiente tumorale, ma la hanno anche usata per caratterizzare gli effetti di un farmaco immunomodulatore.

Tags: Tumori su un chip micro-architettura

Continua a leggere

Login Form

Veterinary Immunotherapy and Translational Research

Contatti

  • E-Mail:

    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Policy

VITARES
© Copyright 2019
Tutti i diritti riservati.